Se fossi un farmaco


Farmaco per curare il mal d'amoreLa ricerca delle salde compagnie smarrite di cui porto il ricordo nostalgico nella struttura della VII casa del grafico astrologico della mia genitura, le persone rappresentate da Plutone, pianeta governatore del Discendente nel segno zodiacale dello Scorpione, è ostacolata dalla mia incapacità di gestire relazioni superficiali ed insensate con gli altri, tanto sono concentrato saldamente nella mia essenza quanto questi mi paiono privi di centro; ogni qual volta tento di portare una conversazione nel luogo in cui dimoro stabilmente mi sento trascinare paurosamente in basso, in un abisso fatto di nulla, da chi, esaltato dall’opportunità di poter esprimere un’opinione su cose che non conosce, pretende di convincermi della bontà della sua verità, mentre chi possiede una conoscenza autentica l’espone per quel che è e poi lascia a chi ne ha le capacità intellettive il compito di riconoscerla per vera, il proselitismo è indice di sentimentalismo, malattia di cui soffre chi vuol far sottoscrivere agli altri i propri errori o le proprie convenienze, così sono costretto a dissimulare la mia ricchezza interiore dietro una cortina di silenzio, condannandomi fatalmente all’invisibilità.
Nel post dedicato all’Eremita scrivevo che la mia dominante saturnina, posta alla levata, mi spinge solitario alla ricerca di un sapere autentico ed efficace e non mi fa sviare da questo compito, cosicché, etimologicamente, non diverto mai da ciò che sono, e, me ne accorgo con sempre maggior chiarezza, riesco a parlare soltanto con chi sa quel che dice, gli altri mi precipitano nell’inferno della loro limitatezza e mi opprimono con un senso di orrore per l’abisso di vuoto di cui sono fatti, ma non se ne avvedono in quanto, non potendo cogliere la vastità della mia natura, mi credono eguale a loro sulla base del comune sembiante umano, ed io lo trovo intollerabile; eppure so essere estremamente piacevole con chi riesce a comprendermi, dimostrando quella sensibilità, quel senso dell’ironia e quella squisitezza di modi che nascondo abitualmente per non essere assillato da compagnie sgradevoli, come testimonia il testo sottostante, presentazione personale scritta alcuni anni or sono per un emporio virtuale che proponeva rimedi miracolosi per il mal d’amore, destinato espressamente ad un pubblico femminile.
BUGIARDINO
1. Composizione. Occhi grandi e luminosi, naso importante, labbra carnose, capelli corti forti e folti, altezza un metro e ottanta centimetri, peso intorno ai settanta chilogrammi, fisico proporzionato, mani vigorose con morbidi cuscinetti e dita dal tocco delicato, piedi (per quanto possa sembrare strano) ben piantati in terra, voce calda e profonda.
2. Indicazioni terapeutiche. Indicato specificamente nei casi di donne che sentono di dover dedicare l’esistenza ad un uomo concentrato stabilmente su un progetto di vasta portata e paziente realizzazione, può essere altresì impiegato per le sue qualità squisitamente ricostituenti e ricreative: il farmaco produce infatti livelli prodigiosi di soddisfazione fisica acquisiti in via definitiva dalla letteratura scientifica internazionale.
3. Posologia. Il dosaggio consigliato varia da caso a caso, il tempo necessario a stabilire un rapporto profondo. Il farmaco non dà luogo ad assuefazione, e, con il trascorrere del tempo, non perde i suoi effetti curativi.
4. Precauzioni per l’uso. Svolge efficacemente la sua azione terapeutica se assunto singolarmente.
5. Interazioni. Si accompagna bene con chi vede la realtà per ciò che è, e si comporta di conseguenza.
6. Controindicazioni. Provoca intolleranze, allergie, infiammazioni, emicranie e bruciori di stomaco nei soggetti affetti dall’errore egalitario.
7. Avvertenze speciali. Approfonditi studi clinici hanno evidenziato una tendenza alla somministrazione impropria del farmaco, causata dalla squisita piacevolezza della sua compagnia e dalla profonda sensazione di appagamento fisico e di gratificazione emotiva determinata dalla sua assunzione. Scoperto l’abuso, la casa farmaceutica, preoccupata dalle possibili ricadute negative sulla salute delle pazienti, consiglia, nei casi di semplice carenza di affetto, di assumere farmaci dagli effetti curativi più blandi, oppure di coltivare rimedi naturali di provata affidabilità, quali l’acquisto di un cagnolino da compagnia.
8. Data di scadenza e modalità di conservazione. Nonostante sia stato prodotto nel 1969 mantiene inalterate le sue proprietà curative, essendosi conservato magnificamente come un bambino, e poiché non fuma, non beve alcolici, non assume sostanze stupefacenti, non mangia né carne né pesce, e, per mantenere costante lo stato di coscienza, non beve caffè ma soltanto tè, tutto lascia presagire che sia destinato a perdurare ancora a lungo nel pieno delle sue virtù terapeutiche, se ben custodito.
9. Ulteriori informazioni. Dotato di grande intelligenza e vasta cultura, dedito interamente alla realizzazione di un progetto di portata universale, avverte dentro di sé la tensione lacerante del guaritore immortale Chirone, il centauro ferito per errore da Eracle con una lancia avvelenata nel sangue dell’Idra di Lerna: la parte superiore del corpo, con la conoscenza che trasmetteva a dèi ed eroi, protesa verso l’alto, la corda dell’arco tesa a scoccare la freccia in direzione della volta celeste; la parte inferiore, animale, ben piantata in terra, a rammentagli l’ibrida peculiarità del suo modo d’essere.

Annunci

Info Domenico Coluccio
Domenico Coluccio, astrologo e scrittore – Roma

Lascia un commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: